AMPI SPAZI PER SETTEMBRE

Nella fase di ripresa post-pandemia, l’International School è pronta per accogliere i propri studenti e i ragazzi della città, offrendo spazi che garantiscano sicurezza.
Un progetto che ricorda il modello americano universitario, ma che affonda le radici nel mondo greco, si può passeggiare nei viali vivendo un’esperienza intensa di educazione. Il nostro progetto è quello di accompagnare ciascuno studente nel suo cammino didattico ed educativo, mettendo al centro la sua persona, perché possa usare i suoi talenti a servizio di un mondo migliore. Stiamo progettando la fase 2, con ipotesi di distanziamento sociale e di strumentazione di sicurezza. I nostri spazi sono una grande opportunità.

Gli spazi verdi possono diventare nuovi ambienti educativi, dove svolgere attività, organizzare aule all’aperto per una scuola che guadagna un nuovo rapporto con la natura, potenziando la dimensione ecologica, e con la città.

L’apprendimento che non si ferma in classe

L’apprendimento che non si ferma in classe ma che si estende alla comunità per la ricerca di soluzioni a problemi reali.

L’apprendimento in classe è un aspetto fondamentale per la nostra scuola. Questo apprendimento viene supportato da attività che vedono i nostri bambini e i nostri ragazzi trovare delle soluzioni a problemi reali. Come metodo educativo, l’IB e la pedagogia Ignaziana hanno molto a cuore questo aspetto, che viene poi formalizzato e riconosciuto negli anni del Diploma attraverso le ore obbligatorie di Creativity, Activity, Service (CAS). Gli alunni dell’ISP apprendono in modo efficace individuando problemi autentici nella comunità. Questo servizio gli permette di riconoscere i bisogni di ciascun membro della comunità che va oltre la loro vita scolastica, e che li rende attivi nel cercare di creare un mondo, e una città, migliore.